ULTIMO ESAME

L’amministrazione comunale porta in aula il Piano regolatore per la sua approvazione definitiva

Lo strumento urbanistico entra nella fase finale del suo percorso amministrativo con l’approvazione definitiva in Consiglio comunale. Il presidente del Consiglio comunale Lucia Simona Rabottini, ha infatti convocato l’adunanza plenaria, sabato 15 febbraio in prima convocazione a partire dalle ore 9 e in prosecuzione nei giorni di lunedì 17 e martedì 18 alle ore 18, con all’ordine del giorno l’analisi delle 472 osservazioni e controdeduzioni al nuovo Piano regolatore comunale presentate dai cittadini e dai portatori d’interessi. Un passaggio fondamentale che riporta in aula il prg per la sua definitiva approvazione dopo la delibera consiliare di adozione del 20 ottobre 2018. La seduta del Consiglio comunale è stata preceduta da 13 riunioni della terza commissione consiliare permanente presieduta dal consigliere Antonello Di Deo a cui hanno partecipato il dirigente dell’ufficio urbanistica ingegnere Milena Coccia e il rup del Piano regolatore architetto Domenico Silvestri, riunioni che hanno esaminato le osservazioni e le controdeduzioni predisposte dai progettisti del piano e dai tecnici comunali.
«È stato un lavoro che ha visto impegnata la commissione consiliare dall’8 ottobre 2019 al 7 gennaio scorso – sottolinea il Sindaco Leo Castiglione che ricopre anche la delega all’Urbanistica – e che ha permesso ai consiglieri comunali di affrontare una attenta e dettaglia analisi dello strumento urbanistico e delle relative osservazioni. Un lavoro che spero dovrebbe alleggerire i lavori in aula e raggiungere al più presto l’obiettivo dell’approvazione definitiva del piano che da decenni i cittadini attendono. Voglio ricordare che in commissione i consiglieri che hanno partecipato alle riunioni hanno avuto tutte le occasioni per approfondire e analizzare le osservazioni con la collaborazione dei tecnici nell’ottica di un confronto costruttivo e utile».
Il nuovo strumento urbanistico è un atto fondamentale per lo sviluppo della città e attualmente è fermo a quello del 1994 dopo la bocciatura da parte del Tar del piano del 2007. L’amministrazione Castiglione ha poi presentato e adottato nell’ottobre 2018 il nuovo prg che ora è in fase di approvazione definitiva.
«Il nuovo piano regolatore è stato uno dei primi impegni che abbiamo assunto nei confronti della città – conclude il Sindaco Castiglione– e il prossimo passaggio in Consiglio comunale testimonia il lavoro e l’impegno svolto dall’amministrazione comunale per dotare di un valido e aggiornato strumento urbano fermo al secolo scorso. Dopo l’adozione abbiamo organizzato come amministrazione diversi incontri sul territorio per far conoscere il piano e permettere una condivisione delle linee di sviluppo del territorio. L’analisi in aula delle osservazioni dei cittadini completerà questo percorso che rappresenta uno degli atti più importanti e significativi di una amministrazione perché disegna l’idea di sviluppo della città e spero che il Consiglio comunale ne comprenda il suo valore propositivo».