LA FESTA DELL'ALBERO

Le nuove piantumazioni al parco Ciavocco apre il programma di iniziative degli istituti comprensivi ortonesi per la festa dell'albero

Una giornata di festa nel nuovo parco Ciavocco per celebrare la festa dell’albero che ogni anno il 21 novembre propone iniziative per la tutela del patrimonio boschivo e del verde pubblico di diverse località lungo la penisola. Una di queste è quella che si affaccia proprio sul mare Adriatico con un parco urbano restituito alla città e che con la gestione affidata, tramite bando pubblico, a privati sta assumendo un ruolo centrale nel patrimonio paesaggistico del territorio ortonese.
«L’appuntamento di questa mattina – sottolinea l’assessore Ilaria Ortolano – contribuisce ad aumentare il patrimonio verde della nostra città ma soprattutto per i bambini è un importante momento di educazione al rispetto dell’ambiente e del suo delicato equilibrio». Insegnanti, bambini e genitori hanno partecipato con vivo interesse all’iniziativa che ha visto come protagonisti le classi II A e II B della primaria di piazza San Francesco insieme alla società Offevent a cui è affidata la gestione del parco Ciavocco e all’Estrattoria, il chiosco presente all’ingresso del parco.
Prima di posizionare le nove piante di pino d’aleppo, le due classi di bambini hanno cantato due canzoni in tema e particolarmente significative come “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo e “Io sono come un albero” di Giorgio Minardi e poi mano alle palette per piantare i piccoli alberi sotto gli occhi attenti della dirigente dell’Istituto comprensivo “Francesco Paolo Tosti”.
«Un gesto concreto – ha sottolineato la dirigente Irma Nicoletta D’Amico – per restituire alla comunità spazi vivibili e accoglienti che vanno tutelati, rispettati e protetti con l’impegno di tutti, è un messaggio importante quello che oggi stanno vivendo i bambini che sicuramente non dimenticheranno».
Questa piantumazione fa parte di un intervento più ampio programmato dalla società che gestisce il parco e che ha acquistato diverse piante di leccio, pino e ginestra dal vivaio della Forestale, nell’ottica di una maggiore valorizzazione di una zona suggestiva del territorio cittadino, il parco urbano con vista sul mare e che costeggia il Castello Aragonese.
La mattinata al parco non poteva chiudersi che con un salutare picnic organizzato dalle mamme ma il programma delle scuole ortonesi per la festa dell’albero continua anche domani, venerdì 22 novembre, con l’iniziativa curata dall’Istituto comprensivo “Matilde Serao” che nella sede di Fonte Grande ha organizzato per tutta la giornata diverse attività laboratoriali con la collaborazione del CAI, dei Vigili del fuoco e della società Eco.Lan.